Menu

Intervista a Ilario Gambarelli

L’uomo capisce tutto … tranne le cose perfettamente semplici

thumbnail

“Nel 1992 ad Arceto, un paesino della campagna italiana , nasce la GI Gambarelli srl. Ilario, il titolare, decide di rifare ciò che era stato già smesso da tempo…e…come spesso accade, una cosa semplice, da tempo dimenticata , diventa magicamente tendenza”

Sig. Gambarelli, ci racconti la Sua storia. come è iniziato il Suo percorso nel settore del materiale elettrico ?

Sono praticamente nato e cresciuto in questo settore. Mio padre aveva un negozio di materiale elettrico.
Da piccolo giocavo con interruttori e prese di papà, anziché giocare con le macchinine come gli altri bambini, li smontavo e mio padre poveretto, mi sgridava sempre.
Poi da grande invece mi spiegava il loro funzionamento. Inoltre mi portava con se quando faceva assistenza presso i suoi clienti.

Quindi si può dire che ha seguito le orme del papà?

Così si può dire. Chiaramente ho poi trovato la mia strada specializzandomi nel settore del materiale elettrico da esterno e illuminazione stile retrò e ho iniziato a replicare i prodotti di una volta, proprio come erano negli anni 20.

Produce anche illuminazione?

Certo, abbiamo pensato anche a questo. Non può esistere un impianto completo senza lampadari, applique o altro.

Un impianto di materiale elettrico completo di corpi d’illuminazione quindi?

Esattamente. Proponiamo una completezza dell’impianto mantenendo l’armonia dello stile retrò e adattandoci inoltre anche alle esigenze di oggi, presa telefonica, presa di rete, o di domani, con qualsiasi cosa inventeranno in futuro. Ricordatevi: GI Gambarelli è ieri, oggi e domani. Suona quasi come una vera passione piuttosto che “ mestiere” Sono sempre stato innamorato di questo stile antico; quelle bellissime case in pietra, legno, sasso o mattone con quel aspetto “nostalgico”.
Case in pietra, legno, sasso e mattone quindi sono i luoghi di applicazione del prodotto GI Gambarelli? In linea di massima si, ma non solo. Ci propongono anche progetti di tipo diverso come la ristrutturazione di forti e castelli.

La gente non tende sempre più verso il moderno ?

Per fortuna non sempre. O perché non si ha altra scelta ( pensi ad esempio a ristrutturazioni di beni culturali con affreschi o altro), oppure perché si apprezza lo stile retrò.
Il nostro prodotto inoltre ha anche trovato applicazione in combinazione con tecniche moderne come, ad esempio la domotica.

E l’installazione ? Gli installatori di oggi sono facilmente in grado di installare il prodotto “come una volta” ?

Non è affatto difficile. Ha visto il nostro manuale d’installazione? Chiunque può installarlo in casa propria.
Inoltre abbiamo un ufficio tecnico che si occupa principalmente dei grande progetti, ma che è altrettanto a disposizione per rispondere a qualsiasi dubbio possa emergere.

Sig. Gambarelli qual è il Suo segreto professionale ?

Il mio segreto professionale? E’ produrre ancora tutto in modo artigianale e quindi riuscire dove altri si sono dovuti arrendere.

Quindi ?

GI Gambarelli vuol dire VERA PORCELLANA BIANCA, non assolutamente ceramica!

Qual è la differenza?

Sua moglie va in un negozio e vede un servizio di piatti in ceramica e uno in porcellana: Secondo Lei , dove cade la scelta ?

Si beh effettivamente…

A parte gli scherzi, parliamo di due mondi diversi. La ceramica è…..solo una copia, che chiaramente può essere un’alternativa, ma se vogliamo parlare del prodotto di una volta, con la Sua eleganza, unicità e vita eterna, allora dobbiamo parlare di porcellana! Anche un profano ad un confronto riconoscerebbe subito la differenza.
Tra l’altro la ceramica è molto più semplice da produrre, ma non voglio cadere nei tecnicismi.

Provi ugualmente a spiegarci

Dovrei parlare di gradi di cottura , ritiro del materiale dopo la cottura e cosi via, ma vi voglio risparmiare questo argomento piuttosto noioso..

Va bene , allora ci racconti un po’ sull’evoluzione della sua azienda

Diciamo che l’azienda è cresciuta tanto e in modo continuo da quando è nata .
Sono partito da piccolo artigiano “tutto fare “, ma ora mi ritrovo un’azienda strutturata ed organizzata, leader nel settore in Italia.

Quindi sembra tutto perfetto?

Beh…perfetto è una parola grossa. Quello che posso dire è che abbiamo lavorato tanto e col cuore.
Vedere prodotti dimenticati da tempo rinascere e prendere vita è stato meraviglioso, ma devo dire che la soddisfazione più grande per me è stato il successo decretato dalla gente e la loro capacità di trasformare i prodotti GI Gambarelli in una vera e propria moda.